Cercami con le tue passioni, SparkMe

Scritto da
Matteo Fornasari

In un mondo sempre più social le novità non mancano di certo e SparkMe (link) ne è la prova. App che consente di conoscere nuove persone condividendo interessi comuni, è disponibile sull’ app store dal 15 giugno scorso. In questa settimana dedicata al Carnevale e al migrante sociale, Pequod ha scovato questa chicca che al meglio rappresenta il cambiamento nell’approcciarsi all’altro. Trovare e contattare ad ogni costo qualcuno che condivida le stesse passioni in un grande contesto cittadino (che forse, ancora spaventa un poco).

L’ideatore, insieme ad un gruppo di suoi coetanei, è Marsel Nikaj, giovane universitario di 23 anni nato in Albania e cresciuto a Varese. «Questa applicazione si focalizza sul social dating abbattendone il puro aspetto superficiale e mettendo in contatto le persone per affinità di interessi», spiega Marsel.

foto 2

La prima realise è stata rilasciata su piattaforme IOS ed è scaricabile gratuitamente dall’ app store del proprio Iphone. Il suo funzionamento è molto semplice: una volta creato il nostro account andremo ad impostare la nostra immagine del profilo e sei immagini opzionali che diano un’idea dei nostri interessi. Il passo finale consiste nello scegliere tre passioni selezionabili tra 104 disponibili divise in sei macro-categorie e tre luoghi preferiti, ciascuno accompagnato da un’immagine e da una breve descrizione. Dopo di che SparkMe suggerirà all’utente persone affini e che sono geograficamente vicine, mentre con il tasto “Esplora” permetterà di poter visualizzare i profili di tutte le persone con cui poter entrare in contatto ed aumentare il numero dei propri “Sparkers” utilizzando il tasto “Spark”. Infine si potrà inviare una richiesta di amicizia che, una volta confermata, permetterà di chattare. Ma le novità non finiscono qui e secondo il giovane ideatore: «in futuro sarà possibile creare dei gruppi personalizzati che si basano esclusivamente sui propri interessi in modo da poter connettere ancora meglio le persone che utilizzano l’app».

foto3

Ma come mai un ragazzo così giovane ha pensato a dar vita ad un’idea così innovativa? «Tutto è nato circa un anno fa: stavo bevendo un caffè con un mio caro amico ed entrambi riflettevamo sul mondo del social dating, su come molto spesso questo mondo si basi quasi esclusivamente sui flirt. Così mi sono detto: perché non creare un qualcosa che permetta di incontrare nuove persone grazie a ciò che l’accomuna e condivide? Da qui è partito il progetto SparkMe!». Progetto che vede alla base un’idea di fondo: «il mio desiderio sarebbe quello di poter lasciare un segno, un qualcosa che attesti che il nostro passaggio non sia inutile» e sicuramente SparkMe è un buon punto di partenza per realizzare questo desiderio.

SparkMe (link facebook) può rappresentare una svolta nel mondo dei social dating. Anzi, forse è proprio la svolta di quel mondo. Non più una chat fine a se stessa ma una chat che può portare ad un qualcosa di piacevole e anche di costruttivo, perché coltivare le proprie passioni è, probabilmente, ciò che ci permette di realizzarci meglio e quindi perché non farlo insieme ad altre persone che condividono i nostri stessi interessi?

Tags Articoli:
· · · · · ·
Categorie Articoli:
Nuove Premesse

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie terzi per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Pequod