Ex-Telecom: storia di una comunità

Scritto da
pequodrivista

articolo e fotografie di Michele Lapini

Il 4 dicembre 2014 circa 300 persone insieme al collettivo Social Log occuparono l’ex sede della Telecom in via Fioravanti 27, a Bologna. Lo stabile, posto esattamente di fronte agli uffici del nuovo Comune, era vuoto da diversi anni e lo scopo dell’occupazione era quello di dare un tetto a famiglie, bambini, singoli e anziani. Da quel giorno, fino al triste epilogo dello sgombero il 20 ottobre, dentro quelle mura e dietro quelle finestre, è nata una comunità meticcia e solidale, che ha saputo aprire le porte delle proprie case a tutta la Bolognina e a tutta la città.

Esperienze di mutualismo e solidarietà, intrecci di culture e religioni, creazione di una coscienza sociale e politica che ha costruito in questo quasi anno, un’esperienza tra le più importanti degli ultimi anni nella città di Bologna.

Dalla ludoteca ai mercati contadini di CampiAperti, dai laboratori per i bambini a quelli per i più grandi. Un intreccio di esperienze e una contaminazione che non si vedeva da tempo in questa città. Un’esperienza di alto valore sociale che è stata stroncata da decine di blindati e centinaia di agenti in antisommosa il 20 ottobre, dopo 16 ore di resistenza sul tetto e in strada.

Tags Articoli:
· · · · · ·
Categorie Articoli:
Fotoreportage

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie terzi per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Pequod